Da Kandinskij a Botero, tutti in un filo

da 01 Febbraio 2019 a 30 Ottobre 2019

Una mostra unica, originale e coloratissima è aperta fino al 30 settembre a Palazzo Zaguri, in campo San Maurizio. In mostra nelle sale della dimora storica più di 100 arazzi tessuti a mano che riproducono i più grandi capolavori dell’arte contemporanea del Novecento.

Gli arazzi provengono per la maggior parte dall’Arazzeria Scassa, storica manifattura piemontese che grazie alla passione per l’arte di Ugo Scassa, fondatore e artefice dell’arazzeria, fece realizzare nella scuola della manifattura la riproduzione in filo di dipinti di Kandinskij, Botero, Matisse, Warhol, De Chirico, Klee, Mirò e di ancora altri artisti del Novecento.

Creare un dialogo tra passato e presente, tra antico e contemporaneo attraverso un filo, è stata l’ispirazione di Scassa che diede vita alla collezione dal 1934 in poi, con obiettivo mantenere viva la tradizione dell’arazzeria italiana che dal XVII secolo esporta in tutto il mondo opere d’arte e di artigianato di eccellenza.

Ricerca e sperimentazione, arte e artigianalità sono le protagoniste dell’esposizione, assieme all’incredibile abilità degli artigiani che hanno saputo riprodurre in filo i grandi dipinti contemporanei.

La mostra è una prima assoluta internazionale. Visite guidate gratuite accompagnando i visitatori alla scoperta degli arazzi.